Login | Iscriviti | FAQ
Anonymous

Lezione 14: Standard web e validazione

In questa lezione imparerai qualche nozione teorica sull'HTML.

Cosa c'è ancora da sapere sull'HTML?

L'HTML può essere codificato in molti modi e i browsers possono leggerlo in altrettanti modi diversi. Dovresti sapere che l' HTML ha molti dialetti. Questo è il motivo per cui gli stessi siti web appaiono diversi su browser diversi.

Ci sono stati molti tentativi di creare uno standard comune per l'HTML attraverso il World Wide Web Consortium (W3C) fondato da Tim Berners-Lee (si! il grande tipo che ha inventato l'HTML). Ma è stata una strada lunga e tortuosa.

Prima - quando i browser erano qualcosa che dovevi pagare - Netscape era il browser dominante. Allora, lo standard HTML più supportato era chiamato 2.0 e più tardi 3.2. Ma con un mercato superiore al 90% Netscape non si preoccupa - e non si preoccupò - di considerare gli standard. Al contrario, Netscape inventò i suoi propri elementi che non funzionavano con altri browser.

Per molti anni Microsoft quasi completamente ignorò Internet. Dopo un po' prese parte alla competizione con Netscape e introdusse un browser. Le prome versione del browser di Microsoft, Internet Explorer, non erano migliori di Netscape nel supportare gli standard HTML. Ma Microsoft decise di dare gratuitamente il suo browser (è sempre una cosa molto popolare da fare) e Internet Explorer divenne presto il browser più popolare.

Dalle versioni 4 e 5 Microsoft puntò a supportare sempre di più gli standard HTML del W3C. Netscape non aveva l'intenzione di sviluppare unn uovo browser e continuò a distribuire la sorpassata versione 4.

Il resto ès toria. Oggi gli standard HTML si chiamano 4.01 e XHTML. Adesso è Internet Explorer che ha una quota di mercato superiore al 90%. Internet Explorer ha ancora i suoi strani elementi ma sono supportati dagli standard HTML del W3C. E così anche per tutti gli altri browser, come Mozilla, Opera e Netscape.

Quindi, quando scrivi il codice HTML segui gli standard del W3C in modo che i tuoi siti web possano essere visti su tutti i browser - ora e in futuro. E fortunatamente, quello che hai imaprato in questo tutorial è una nuova versione, più precisa e pulita dell'HTML, chiamata XHTML.

Come si fa per dire quale è la versione che sto usando?

Con tutti ii tipi diversi di HTML hai bisogno di dire al browser quale "dialetto" è il tuo HTML, nel tuo caso XHTML. Per fare questo, si utilizza una Document Type Declaration, cioè dichiarazione di tipo di documento. La Document Type Declaration viene scritta sempre all'inizio del documento:

Esempio 1:

	
	<!DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Strict//EN" 
		"http://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-strict.dtd">

	<html xmlns="http://www.w3.org/1999/xhtml" lang="en">

	<head>
	<title>Titolo</title>
	</head>

	<body>
	<p>testo testo</p>
	</body>

	</html>
	
	

Oltre alla Document Type Declaration (la prima linea nell'esempio sopra), che dice al browser che vuoi scrivere in XHTML, hai bisogno di inserire qualche altra informazione nel tag html tag con gli attributi xmlns e lang.

xmlns è l'abbreviazione di "XML-Name-Space" e dovrebbe sempre avere valore uguale a http://www.w3.org/1999/xhtml. Questo è tutto quello che devi sapere. Ma se sei assettato di complicazioni puoi leggere qualcosa di più sui namespaces sul sito del W3C.

Con l'attributo lang definisci la lingua con cui verrà scritto il documento. Per questo viene usato standard ISO 639, dove vengono elencati i codici ti tutte le lingue parlate nel mondo. Nell'esempio sopra la lingua definita è l'inglese ("en", per english).

Con una DTD il browser conosce esattamente come dovrebbe leggere e visualizzare il tuo HTML. Quindi usa l'esempio sopra come template per tutti i tuoi docuemnti HTML futuri.

La DTD è molto importante quando vuoi validare le tue pagine.

Validare? Perchè e come dovrei farlo?

Inserisci la DTD nelle tue pagine e puoi sempre verificare gli errori del tuo HTML usando validatore gratuito del W3C.

Per provare, fai una pagina e pubblicala su Internet. Adesso vai su validator.w3.org e digita l'indirizzo (la URL) della tua pagina per validarla.. Se il tuo HTML è scritto correttamente avrai un messaggio di congratulazioni. Diversamente apparirà un elenco con gli errori che hai fatto con scritto esattamente cosa e dove hai scritto qualcosa di sbagliato. Fai qualche errore di proposito per vedere cosa succede.

Il validatore non è così utile per localizzare un errore. Alcuni browser cercano di compensare la mancanza di bravura degli sviluppatori web cercando di fissare gli errori in HTML e mostrando la pagina come loro pensano che dovrebbe apparire. Con browser di questo tipo non dovresti mai vedere un errore. Altri browser potrebbero in ogni caso interpretare la pagina diversamente o non visualizzarla affatto. Il validatore può aiutarti a trovare degli errori che non sapevi neanche che esistessero.

Valida sempre le tue pagine per essere sicura che verranno sempre visualizzate correttamente.



<< Lezione 13: Pubblicare le pagine

Lezione 15: Ultimi consigli >>